Cerimonia di Premiazione Premio di Letteratura “Abbiate il coraggio di essere felici”

locandina cerimonia 2017
.
Evento Facebook
.
La Cerimonia di Premiazione del
Premio Internazionale di Letteratura
“Abbiate il coraggio di essere felici” 
edizione 2016/2017
si svolgerà presso l’Associazione “Il Giglio” 
Via Jacopo da Diacceto,3/b – Firenze
il 13 maggio alle ore 17.00
.
Tutti gli autori sono invitati. I poeti premiati sono tenuti a presenziare alla premiazione. Solo in caso di reale impedimento, i premi potranno essere ritirati da un delegato per mezzo di dichiarazione scritta e firmata dall’autore, o spediti al proprio domicilio (spese a carico del destinatario, con modalità da concordare).

PROGRAMMA:

– H 17: saluto autorità
– Consegna donazione ai delegati vEyes (virtual Eyes) – ONLUS
– consegna dei premi ai poeti e lettura delle poesie vincitrici
– lettura critica a cura di Anna Balsamo, Vice presidente emerita della “Camerata dei Poeti” 

– Presentazione dell’antologia “Abbiate il coraggio di essere felici”
– conclusione evento – buffet.

OSPITE MUSICALE:

SHANGRI- LA’ “Voice and Sound For Peace”
SusyL.Berni Voce e bodrhan
Andrea Fischi Chitarra
Rino Iacopini Chitarra
Massimo Ierimonti Percussioni
Esibendosi come artisti nel progetto SHANGRI- LA’ “Voice and Sound For Peace” (costola dei DE POOKAN), spaziando dalla musica dei De Pookan, Musica Italia del Sud, Musica Ebraica e Bretone per creare un Ponte dove le differenze sono solo apparenti.

COMITATO:

Presidente del Premio: Antonella Ronzulli
Presidente del Comitato: Annamaria Vezio
Presidente di Giuria: Dante Maffia
Responsabili Evento: Massimo Rinaldi – Umberto Viliani

 

Claudio Giannotta: Cerimonia di premiazione del 13° concorso internazionale poetico musicale 2013 organizzato dalla Delegazione provinciale di Lecce

  28 SETTEMBRE 2013

Al mattino una rilassante passeggiata sull’attraente lungomare, sono a Otranto. Lo sguardo si dirige automaticamente verso il mare pulito e dai colori vivaci e smaglianti: dal ceruleo-verdino, verde smeraldo, all’azzurro, blu cupo, quasi nero. L’acqua è tranquillissima e il mare appare come una piscina, uno stagno. Gli ultimi turisti e la gente locale prendono il sole, ancora quasi estivo, e fanno un piacevolissimo bagno, forse uno degli ultimi più marcante e suggestivo. La passeggiata continua nel centro storico e nelle caratteristiche viuzze tranquille, ricche di negozi, ristoranti e bar, non più gremite di gente come negli ultimi due mesi. Tante attenzioni, riflessioni e tanti ricordi. Foto che lasceranno impresse le immagini e le scene che appaiono una dopo l’altra con sfondi e significati diversi.

Rientro in hotel. Un gustoso e abbondante pranzo. Scrivo qualche cartolina a degli amici, poi una pennichella. Verso le prime ore del pomeriggio una rinfrescante doccia e poi mi avvio nell’agriturismo dove deve svolgersi la cerimonia di premiazione del 13° concorso internazionale poetico musicale 2013 organizzato dalla Delegazione provinciale di Lecce. L’inizio della cerimonia ritarda di una buona mezz’ora per motivi comprensibili: partecipanti e ospiti che si perdono nella rete stradale e che hanno difficoltà a giungere sul posto. Poi la cerimonia inizia e l’organizzatore prende la parola scusandosi dell’intoppo. I doverosi saluti da parte sua, stacchi musicali e lettura della relazione del concorso.

Dopo tale lettura l’intervento, a richiesta, in buona fede concessagli, di un ospite, invitato da un partecipante, che crea, a sorpresa, un piccolo problema scivolando nella retorica che una parte della relazione gli sia piaciuta meno o più dell’altra e, forse, con l’intenzione di mettersi in evidenza. L’organizzatore non fa nessuna piega e, dopo la sua interruzione, a lui  certamente non favorevole, continua a portare avanti il suo programma. Segue la consegna dei diplomi e dei premi ai partecipanti provenienti da Milano, Torino, Genova, Rimini, Chieti, Manduria, Lecce, ecc. e, negli intermezzi, l’esibizione canora di alcuni validi interpreti maschili e femminili.

I primi premi in denaro vengono consegnati rispettivamente: per la sezione A (poesia singola) alla poetessa Franca Pissinis di Zoagli/Genova, alla scrittrice Maria Bertilla Franchetti di Gazzolo/Verona per la sezione B (narrativa e saggistica) e a Federica Bonzi di Lecco per la sezione C (volume di poesie)max  punteggio raggiunto in 13 edizioni per libro edito.

La declamazione dei  loro lavori (in gran parte poesie) viene fatta da personaggi competenti e qualificati e gli apprezzamenti sono davvero tanti. L’organizzatore, dopo un omaggio floreale alle donne presenti,  conclude la cerimonia, durata circa due ore e mezza, salutando e ringraziando tutti, per tutto, e augurando ai partecipanti e agli ospiti venuti da lontano un buon rientro a casa e un arrivederci.

Segue un rinfresco all’aperto, in un clima piacevolissimo, e poi, per rilassarsi, karaoke fino a mezzanotte.

 

Claudio Giannotta