V° Reading di poesia “diVERSO inVERSO”

diverso

 

Una bellissima esperienza di poesia e cultura giunta ormai alla sua quinta edizione.

La poesia è nell’aria ed il suo profumo è un bene per tutti noi.

Annunci

“diVERSO inVERSO” II°reading di Poesia

 

 

diVERSO in VERSO

 

Evento Facebook

“diVERSO inVERSO”

II°reading di Poesia 

Dialoghi dell’anima, Creazioni della Mente, Parole del Cuore.

Tema:

IL VIAGGIO

Per questo secondo reading abbiamo pensato al tema del viaggio,

inteso nel senso più ampio del termine,

non solo viaggio geografico o evasione,

ma anche viaggio nell’anima, nella mente, nei sentimenti.

Ogni partecipante può proporre due poesie inedite, oppure una edita

e inviare delle immagini che possano sottolineare il testo.

Il termine per l’invio è domenica 23 novembre.

Buona poesia a tutti.

Domenica 30 novembre 2014

ore 19

Castello Dentice di Frasso

Carovigno

LA RAGAZZA CHE DIMENTICAVA DI SORRIDERE

LA RAGAZZA CHE DIMENTICAVA DI SORRIDERE

Immersi nell’erba, in mano un bel frutto,
una lieve brezza in un giorno di sole,
i cuori gioiosi, distanti da tutto,
si lascian alle spalle dei problemi la mole.

Tranquilli e sereni apprezzan la gioia
dello stare insieme cosi spensierati
ridendo di gusto or scaccian la noia
cantando canzoni con versi stonati.

Lei stesa sull’erba in mezzo a quei fiori
Visione sublime riempie i miei occhi
Quel corpo d’incanto fa muovere i cuori
La mano mi sfiora e vuol che la tocchi.

Un fremito mi prende di passione pura
quando la mano il mio viso percorre
del mio male oscuro ella è la cura
un bacio soffuso ora il suo labbro rincorre

Le mie mani tremanti, il suo corpo percorrono
Il seno rigoglioso al tocco mi offre
Ed io non resisto e le mie dita vi scorrono
Mentre la sua pelle il contatto ne soffre.

Cosi persi, da soli in quel paradiso
Rimuovono dall’animo ogni possibile blocco
Quel corpo da fiaba quel dolce suo viso
Mi esplodono dentro ad ogni suo tocco

Per il desiderio si fan piu vicini
E si aman con l’impeto della prima volta
Ma son Uomo e Donna, non due ragazzini
E di esperienza ne hanno ormai molta.

Cosi che il loro donarsi l’un l’altro
È fatto di gioia e sospiri palpitanti
ognuno lo sa cosa si aspetta l’altro
e la dolce gara d’amore va avanti.

Al fin raggiunto l’eden dei sensi
Avvinti e appagati si abbracciano stanchi,
fra quei profumi soavi e densi
di fiori di campo e di gigli bianchi.

Un dolce sorriso sul viso di lei
Mi illumina il cuore mentre mi dice “ti adoro”
“tesoro al tuo calice in eterno berrei,
Ma è il tuo sorriso che da sempre ti imploro”.

“Non devi scordare mai questo dono
Che fai a me ogni volta che ridi
Perchè i tuoi occhi e il viso per me sono
Fonte di gioia, ma se non sorridi,

e come se spenta fosse la luce
che mi illumina ancora e ti rende una stella,
non voglio vedere quello sguardo truce
sorridi mio cuore, tu sei cosi bella”.

Giux il Corvo

2010 copyright © tutti i diritti riservati